ortodonzia busto arsizio, cairate
 
 

-IMPLANTOLOGIA

È la branca dell'odontoiatria che si occupa del posizionamento degli impianti. Questi sono delle viti in titanio che sostituiscono le radici naturali dei denti e ne svolgono la funzione.Vengono posizionati con un intervento di chirurgia ambulatoriale che si effettua sempre sotto copertura antibiotica e in un tessuto osseo sano. Proprio queste condizioni rendono l'intervento e il decorso post-operatorio particolarmente favorevole per il paziente, che solo in prima giornata avverte un leggero fastidio facilmente controllato da un analgesico.

La costruzione in titanio puro degli impianti stessi scongiura qualunque possibilità di rigetto da parte dell'organismo che non riconoscecome corpo estraneo l'impianto stesso ma anzi lo ingloba. La possibilità di inserimento degli impianti prevede sempre un accurata fase di diagnosi da parte del chirurgo che, con l'ausilio di una radiografia endorale o di una ortopantomografia, valuta la salute e gli spessori del sito ricevente. Tutti questi esami si possono tranquillamente effettuare all'interno della struttura.

Gli impianti possono essere impiegati anche nella stabilizzazione di protesi mobili e proprio per questa finalità esistono anche dei mini-impianti dedicati a quei pazienti portatori di protesi totale e con scarsi spessori ossei a disposizione. Vi invitiamo pertanto a rivolgervi allo specialista per una visita e per scoprire le grandi possibilità che l'implantologia moderna offre.

+SEDAZIONE COSCIENTE CON L'AIUTO DI UN ANESTESISTA

Ai nostri pazienti più nervosi consigliamo una procedura di sedazione cosciente sicura e confortevole per controllare paura, dolore, e ansia.

Un anestesista sarà vicino per tutta la durata dell'intervento, somministrerà dei sedativi e farà in modo che per tutta la durata dell'appuntamento vi sentiate rilassati e calmi. Dopo la sedazione consigliamo di farsi accompagnare a casa, di non fare sforzi e di rilassarsi per tutto il giorno.

+ELETTROMIOGRAFIA

Il termine elettromiografia (EMG) indica un particolare esame che amplifica, visualizza e registra l'attività elettrica del muscolo volontario (muscolatura striata), attività che è alla base del processo di contrazione del muscolo stesso, e la risposta di un nervo a una stimolazione elettrica.

Esso viene praticato quando si sospetta una patologia del muscolo (distrofia, miotonia), della giunzione muscolo-nervo (miastenia), del nervo periferico, della radice del nervo o del motoneurone.

Per chiarire con un esempio, l'EMG registra quanta corrente passa attraverso un "filo elettrico" (il motoneurone e il nervo periferico) e come funziona la "lampadina" che deve accendere quel medesimo filo elettrico (il muscolo striato).

L'EMG consente quindi di evidenziare la presenza di anomalie dei muscoli ("lampadina rotta") o di patologie che provocano una ridotta o assente innervazione del muscolo ("filo elettrico = cattivo conduttore" oppure "conduttore spezzato"): spesso, grazie a questo tipo di indagine, è possibile localizzare la sede precisa di una lesione nervosa.L'esame fornisce inoltre elementi obiettivi che permettono di quantificare e di seguire l'evoluzione di un'affezione nervosa. Esso non consente però di riconoscere la natura esatta del danno, nervoso o muscolare che esso sia.

+IGIENE ORALE

L'igiene orale riveste un importanza fondamentale nella prevenzione delle malattie dei denti e delle gengive e riteniamo particolarmente utile fornire alcuni punti imprescindibili da seguire per preservare e prevenire la salute dei nostri denti

E' bene iniziare presto ad educare i nostri figli all'igiene orale, dapprima quando sono molto piccoli rimuovendo la placca con un panno umido e succesivamente facendo uso di spazzolino,dentifricio, filo interdentale e collutorio.

I denti vanno puliti almeno tre volte al giorno. L'alimentazione ha un ruolo determinante per avere dei denti sani. Alimenti e bevande zuccherate o che contengono amidi aumentano le probabilità di incorrere in malattie dentali.

Gli zuccheri infatti vengono trasformati dai batteri naturalmente presenti nel cavo orale e nella placca dentale in acidi che a loro volta hanno un azione corrosiva sullo smalto dei denti e anche più in profondità determinando la carie.

+TERAPIE CONSERVATIVE

La terapia conservativa in campo odontoiatrico rappresenta l'insieme di tutte quelle cure poste in essere al fine di ripristinare la salute dei nostri denti colpiti dalla carie.

La terapia inizia con la pulizia e disinfezione della cavità del dente e asportazione della parte infetta, infine la ricostruzione del dentemediante l'utilizzo di materiali di otturazione che tengono conto sia dell'aspetto estetico che di quello funzionale.

E' di fondamentale importanza individuare la carie precocemente, nella sua fase iniziale. Ciò consente di intervenire senza dover asportare parti consistenti del dente. A tal fine svolge un ruolo determinante il controllo presso lo studio dentistico che deve avvenire in maniera frequente e comunque almeno una volta ogni sei mesi.

+Ortodonzia

Ortodonzia significa letteralmente "denti diritti" e chi si rivolge all'ortodonzista spesso lo fa per migliorare la propria estetica attraverso un migliore allineamento dei denti.

I benefici principali di un trattamento ortodontico sono il miglioramento dell'estetica facciale, del sorriso e della funzionalità dell'occlusione. C'è anche da considerare la facilità con cui i denti ben allineati possono essere puliti, con evidente vantaggio nella prevenzione di carie e parodontopatie.

La durata di un trattamento ortodontico è variabile e dipende dal problema da trattare. Un trattamento ortodontico può durare da pochi mesi a 2, massimo 3 anni, nell'adulto. Nel bambino in crescita, invece, a causa del continuo sviluppo della dentatura, si usa alternare periodi di trattamento ad altri di attesa, ad esempio può essere necessario un trattamento in due tempi, in dentizione mista e poi appena erotti tutti i denti permanenti.

+ENDODONZIA

L'endodonzia è la parte dell'odontoiatria che tratta prevenzione, diagnosi e trattamento di malattie e lesioni della polpa dentale.

La polpa dentale è il soffice tessuto che contiene i vasi sanguigni e il tessuto connettivo e nervoso del dente.

Quando il dente è danneggiato o cariato, i batteri possono penetrare in profondita sino ad arrivare alla polpa del dente e infiammarlaportando alla perdita della vitalità e nei casi più gravi alla compromissione dell'intero dente.

Quando si verificano le situazioni di cui sopra generalmente si preferisce intervenire in maniera conservativa evitando per quanto possibile l'estrazione del dente e preferendo invece la cura canalare.

Quest'ultima consiste nella rimozione della polpa dentale e della sua sostituzione con materiale inerte onde evitare la presenza di batteri al suo interno.

+SBIANCAMENTO

E' lo sbiancamento professionale di nuova generazione; il risultato è strabiliante: il gel attivato da un fascio luminoso applicato durante una seduta permette uno sbiancamento sorprendente, il successivo mantenimento domiciliare rende il risultato di lunga durata.

+PROTESI

La perdita di uno o più denti causata da malattie dentali (carie) o traumi comporta variazioni significative a carico dell'intero apparato masticatorio. Tutte queste variazioni si accentuano sempre di più con il passare del tempo.

Si rende pertanto necessario, per non compromettere irreversibilmente l'apparato e la sua funzionalità l'utilizzo di supporti protesici che vanno a sostituire sia nell'estetica che nella funzionalità il dente o i denti mancanti .

Le protesi possono essere di due tipi: fisse e mobili. Le prime permettono una ricostruzione dei denti del paziente attraverso l'utilizzo di capsule in porcellana (ma ne esistono anche di altri materiali) o corone. Questo tipo di protesi è cementata ai denti naturali del paziente, pertanto non può essere rimossa.

Le protesi mobili vengono invece ancorate ai denti del paziente ancora presenti nel cavo orale o quando questi non sono presenti vengono direttamente appoggiati alle gengive. Tutto questo determina un duplice effetto: da un lato i denti del paziente e le gengive sono costretti a carichi che possono comprometterne a lungo andare la stabilità, dall'altro però anche a differenza delle protesi fisse, in quelle mobili c'è una maggiore semplicità nella pulizia e nel mantenimento dell'igiene del cavo orale.

+Chirurgia orale

Chirurgia eseguita nelle avulsioni complesse di denti inclusi o seminclusi nell'osso. Chirurgia come una delle terapie della malattia parodontale. La Parodontopatia comprende tutte le patologie degli elementi che contribuiscono a "tenere" il dente nell'osso, cioè di tutte le strutture che sostengono stabilmente l'elemento dentario nell'osso.

 
 

Controlla che il tuo dentista sia regolarmente iscritto all'Albo degli Odontoiatri della provincia ...

 

Leggi le informazioni che potrebbero esserti utili

 

Siamo lieti di venire incontro ai nostri Pazienti anche riguardo ai pagamenti